Il Percorso

La prima tappa del Giro della Sicilia 2019 prevede una distanza di 84 km e 1730 metri di dislivello positivo, con la sperimentazione dei due tratti cronometrati: la salita di Pollina, di 9 km, posta ad inizio tappa; e la salita di Gratteri, di 7.5 km,  posta a metà tappa.

Maggiori dettagli sul percorso

Il Territorio

La tappa ci darà un approccio al Parco delle Madonie, attraversando alcuni dei suoi comuni più caratteristici.

Trattasi di un Parco naturale regionale istituito nel 1989; comprende quindici comuni della città metropolitana di Palermo in Sicilia (Caltavuturo, Castelbuono, Castellana Sicula, Cefalù, Collesano, Geraci Siculo, Gratteri, Isnello, Petralia Soprana, Petralia Sottana, Polizzi Generosa, Pollina, San Mauro Castelverde, Scillato e Sclafani Bagni).

Gratteri - Madonie

Si estende per tutto il massiccio montuoso delle Madonie, situato sulla costa settentrionale siciliana, tra il corso dei fiumi Imera e Pollina.

Il parco ospita oltre la metà delle specie vegetali siciliane, e in particolare gran parte di quelle presenti solo in Sicilia, mentre per la fauna sono presenti oltre la metà delle specie di uccelli, tutte le specie di mammiferi e più della metà delle specie di invertebrati siciliane.

Pollina - Madonie

Notevoli sono anche le peculiarità geologiche. La geologia delle Madonie è al centro di studi e ricerche avviatisi fin dagli anni sessanta. Proprio per l’interesse geologico del complesso montuoso madonita dal 2003 il Parco delle Madonie è entrato a far parte del network European Geopark a cui aderiscono più di venti parchi geologici e non, europei.

 

green-ink This entry was posted in. Territorio Gratteri e il Parco delle Madonie.